Filtra per

Disponibilità

Disponibilità

Marca

Marca

Prezzo

Prezzo

-

Lunghezza Lama

Lunghezza Lama

Acciaio Inox

Acciaio Inox

Acciaio al carbonio

Acciaio al carbonio

Manico

Manico

lama alveolata

lama alveolata

Paese di provenienza

Paese di provenienza

Coltello Santoku

Coltello Santoku, la forma che incarna la tradizione giapponese

Il coltello Santoku, è probabilmente uno dei coltelli giapponesi più famosi oggi in commercio, ma a cosa si deve il suo successo? Questo coltello è famoso per incarnare al meglio la migliore tradizione giapponese in cucina. Se sei un'appassionato, non perdere l'occasione di confrontare tutti i nostri migliori coltelli Santoku.

 

Coltello Santoku a cosa serve ?

Il coltello Santoku, è probabilmente uno dei coltelli giapponesi più famosi mai realizzati. La sua diffusione è tale che oggi sono tantissimi i marchi di coltelli da cucina anche non giapponesi che realizzano il proprio Santoku. Ma perché il questo coltello è cosi richiesto? Quali sono gli aspetti che hanno contribuito a renderlo famoso ? Il Santoku è noto in oriente come il coltello delle tre virtù. Questo perché le sue forme e la sua tipologia di lama lo rendono lo strumento ideale per tagliare carne, pesce o verdure. Il segreto del Santoku è quindi la versatilità! 

Perché acquistare il coltello Santoku?

coltello Santoku

Tra i coltelli giapponesi, il Santoku è senza dubbio il più versatile. Come anticipato nel precedente paragrafo infatti questo coltello nasce per essere lo strumento ideale per tagliare la carne il pesce o le verdure. la sua forma è frutto di un'attento studio effettuato dai più antichi artigiani giapponesi, che hanno cercato dando vita a questa forma, di realizzare il coltello perfetto. 

Il coltello da cucina perfetto, nella cultura giapponese, orientata al minimalismo, è quel coltello dalla forma ideale per svolgere ogni genere di attività di taglio. Da qui nasce il nome Santoku che significa proprio coltello delle tre virtù.

Il Santoku Oggi

Se bene originariamente il Santoku venisse commercializzato solo in oriente, da diversi anni, visto il successo delle forme giapponesi anche in occidente, il coltello Santoku è diventato uno dei coltelli più diffusi in tutto il mondo. La sua diffusione è tale che possiamo sostenere senza dubbio che la sua forma è una delle più note e riconoscibili al mondo. 

Anche chi non è mai entrato in una cucina infatti potrebbe a colpo d'occhio riconoscere la caratteristica forma di questo coltello tra tanti. Lo stesso ovviamente non vale per coltelli giapponesi eccezionalmente famosi, ma non al pari di questo strumento. Un esempio in questo senso è il coltello Nakiri o il coltello Deba, oggi sicuramente più diffusi anche nelle cucine occidentali, ma certamente meno famosi del coltello delle tre virtù. 

Utilizzo del coltello Santoku

Per utilizzare al meglio il coltello Santoku, non sono necessarie particolari accortezze. Questo coltello giapponese infatti è pensato per essere estremamente versatile e facile da utilizzare. La forma della sua lama, come più volte accennato è ideale per il taglio di qualunque tipologia di alimento. Non troppo fine come la lama del coltello Nikiri, nè troppo spessa come la lama del coltello Deba

Anche la dimensione della lama rende questo coltello facile da utilizzare. Generalmente non più lunga di 14/15 cm. Offre a all'utilizzatore del coltello, la possibilità di maneggiare con cura e senza sforzi la lama anche in velocità offrendo sempre un taglio perfetto. 

Miglior Coltello Santoku

Purtroppo non è possibile individuare qui il miglior coltello Santoku in assoluto. La forma di questo coltello giapponese rende questa lama tra le più diffuse ed utilizzate anche in occidente, ma proprio per questo motivo, sono tantissimi i marchi specializzati che nel tentativo di differenziarsi hanno realizzato prodotti differenti. Se siete alla ricerca del miglior santoku però possiamo offrirvi delle linee guida da tenere in considerazione. La prima è sicuramente l'origine del coltello. Oggi tanti marchi europei realizzano coltelli dalla forma giapponese per questo motivo si consiglia di guardare prima di tutto alla provenienza del coltello e ai materiali.

La scelta dell'acciaio utilizzato. I migliori coltelli giapponesi sono spesso realizzati in acciaio AUS 10 o in CTS BD1N. I manico della lama può essere realizzato in legno nelle versioni tradizionali o in G10 nelle versioni più moderne. 

In Conclusione

In questo breve articolo dedicato al coltello Santoku, abbiamo avuto modo di osservare quali sono alcuni dei principali aspetti che hanno contribuito a rendere cosi famoso questo coltello giapponese. Abbiamo parlato infatti della storia della sua forma, spiegando quale sia stato il pensiero che ha portato alla realizzazione di questa lama. In fine abbiamo poi osservato come la forma del Santoku, sia oggi una delle più note e diffuse al mondo, poiché chiunque anche un bambino oggi è in grado di riconoscere la forma di questo coltello da cucina tra tanti.

Filtri attivi